5 semplici regole per raddoppiare la velocità di Emule

ad middle
SPONSORED LINKS

Forse non tutti sanno che l’ installazione di default di Emule non è sufficiente da sola per ottenere una configurazione che permetta di sfruttarne appieno le potenzialità in termini di velocità di download. Esistono infatti sia delle limitazioni a livello di sistema operativo, sia addirittura a livello di provider ADSL, sia dei problemi dovuti alla presenza di server fasulli. Tutti hanno sempre il medesimo scopo: ostacolare e scoraggiare il P2P. In questo articolo vedremo come sia possibile bypassare questi ostacoli, in soli cinque semplici punti, arrivando così anche a raddoppiare la velocità e le performances di Emule.

  • Aumentare il numero massimo di connessioni disponibili.
    Sia su Windows XP (a partire dal Service Pack 2) sia su Windows Vista è stata introdotta una limitazione sul numero di connessioni parziali (dette anche half open) che il sistema operativo più avviare simultaneamente. Più precisamente Microsoft ha introdotto una limitazione a 10 connessioni parziali contemporanee per motivi di sicurezza, al fine di evitare attacchi DDos e di limitare l’azione di virus, worms, ecc. Purtroppo però per il funzionamento di Emule questo limite rappresenta un forte collo di bottiglia in quanto le reti P2P hanno la necessità di mantenere aperto un numero elevato di connessioni parziali. Quindi, il suggerimento è: installate un buon antivirus per mantenere comunque sicuro il vostro PC e aumentate il limite delle connessioni half open procedendo come illlustrato di seguito.

    1. Dal sito www.lvllord.de scaricate la patch EvID4226Patch223d-en.zip
    2. Aprite lo zip e fate doppio click per avviare l’eseguibile EvID4226Patch.exe
    3. Vi apparirà una finestra DOS come quella riportata qui sotto che vi proporrà di modificare l’impostazione del numero massimo delle half-open connections portandole da 10 (valore predefinito) a 50. Poiché per Emule il valore ottimale è 100, premete prima “C” (Change Limit), quindi digitate “100“, date Invio e confermate definitivamente con “Y“.
    4. Apparirà la finestra “Protezione file di Windows” che vi avviserà che alcuni files di sistema sono stati modificati invitandovi ad inserire il CD di Windows per ripristinare la situazione. Ignorate l’avviso selezionando “Annulla” e successivamente confermate di non voler ripristinare le versioni originali dei files di sistema selezionando “
    5. Riavviate il PC per rendere effettive le modifiche.
    6. Al successivo riavvio del PC, aprite Emule e accedete alla voce di menu “Opzioni” sulla barra in alto. Selezionate quindi “Opzioni Avanzate“, individuate la voce di configurazione “N° Massimo Connessioni Parziali Aperte” e modificatela inserendo il valore “100“. Confermate la modifica selezionando “OK“.
  • Impostare in maniera ottimale i limiti di upload e download
    Una scorretta impostazione dei limiti di upload e download può decrementare notevolmente le prestazioni di Emule. Al fine di configurare in maniera ottimale tali parametri è prima di tutto necessario capire in maniera precisa quanto la vostra ADSL sia effettivamente veloce (al di là di quanto possa dichiarare il vostro provider). Procedete come segue:

    1. Chiudete tutte le applicazioni che si connettono a Internet (emule, client di posta, programmi di chat, …)
    2. Collegatevi al sito myspeed.visualware.com/uk: da qui è possibile lanciare un test di velocità della vostra linea ADSL. Nella console centrale “Broadband Speed Test” cambiate l’unità di misura della velocità cliccando in basso a destra (vedi parte evidenziata in rosso nell’ immagine qui sotto) in modo da ottenere i risultati in kBps (bytes al secondo) e non in kbps (bits al secondo). Avviate il test selezionando il bottone “Click to start MySpeed“; dopo alcuni secondi otterrete un risultato simile a quello riportato nell’immagine di seguito.
    3. Aprite Emule e accedete alla voce di menu “Opzioni” sulla barra in alto. Selezionate la voce “Connessione” e riportate esattamente nelle due caselle di testo “Download” e “Upload” i due valori ottenuti dal test di velocità effettuato. Rimuovete la spunta sulla checkbox “Limite di Download” e portate il “Limite di Upload” all’ 80% del valore inserito altrimenti rischiate di bloccare del tutto l’ operatività del vostro PC. Confermate la modifica selezionando “OK“.
  • Mantenere aggiornata la lista dei server
    Il modo migliore per gestire i server di Emule è quello manuale, altrimenti si corre il rischio di avere una lista lunga di server lenti, inutili e magari anche inattivi o malfunzionanti.

    1. Aprite Emule e accedete alla voce di menu “Opzioni” sulla barra in alto. Selezionate la voce “Server” e disabilitate le due opzioni:
      Aggiorna la Lista Server quando ti connetti ad un server
      Aggiorna la Lista Server quando ti connetti ad un client
      Infine impostate a “5” il numero di tentativi di connessione dopo i quali un server viene considerato inattivo e quindi rimosso dall’elenco. Confermate la modifica selezionando “OK“.
    2. Nella schermata principale di Emule selezionate la voce di menu “Server” sulla barra in alto. Nel riquadro di destra “Aggiorna server.met da URL” inserite l’indirizzo http://peerates.net/servers.php e quindi cliccate su “Aggiorna“. Tale intervento andrebbe effettuato almeno una o due volte al mese.
  • Impostare correttamente le opzioni di sicurezza
    In rete esistono dei server che si spacciano come server di Emule ma che in realtà sono server-spia finalizzati solo a monitorare e loggare il traffico P2P o che hanno come finalità solo quella di ostacolare la condivisione dei files.

    1. Aprite Emule e accedete alla voce di menu “Opzioni” sulla barra in alto. Selezionate la voce “Sicurezza” e su “Aggiorna dall’ URL” digitate http://www.bluetack.info/temp/nipfilter.dat.gz. Se per qualche motivo il link diretto non dovesse funzionare potete scaricare il file manualmente da qui, salvarlo in locale e poi sulla sezione “Aggiorna dall’ URL” digitate il percorso completo della directory in cui avere salvato il file nel formato file://percorso/nipfilter.dat.gz (ad esempio, se l’ avete salvato in C:\ dovrete digitare file://c:/nipfilter.dat.gz). Selezionate “Carica” per attivare il filtro.
    2. Spuntate anche la checkbox “Filtra anche i Server
    3. Opzionalmente, se avete difficoltà a connettervi o ad ottenere un ID alto perché il vostro provider ostacola le connessioni P2P, oppure se semplicemente volete diventare assolutamente anonimi e difficili da rintracciare, potete anche selezionare la checkbox “Attiva l’ Offuscamento del Protocollo

  • Ottimizzare la modalità di condivisione dei propri files
    Il sistema di scaricamento di Emule è gestito a code ed il calcolo della priorità di download di un file di un utente rispetto ad un altro è basato su un meccanismo a crediti un po’ articolato: se siete interessati all’argomento potete trovare un’ottima spiegazione qui. Vi basti comunque conoscere la regola di base che consiste nel fatto che più voi condividete più potete scaricare dagli altri. Uno dei trucchi che si adottano per favorire al massimo l’upload dal proprio client di materiale raro e ancora poco diffuso consiste nel fatto di impostare la priorità di tutti i files condivisi allo stato massimo che è “Release“:

    1. Aprite Emule e accedete alla voce di menu “File Condivisi” sulla barra in alto.
    2. Selezionate l’insieme dei files per i quali cambiare il livello di priorità, cliccate col tasto destro del mouse e nel menu contestuale selezionate “Priorità=>Release“.

ad middle
SPONSORED LINKS
Ti è piaciuto l'articolo?
Iscriviti alla newsletter per ricevere in tempo reale tutte le notizie e gli aggiornamenti!

Articoli correlati a "5 semplici regole per raddoppiare la velocità di Emule"


Lascia un commento